CARA ORNELLA

Ciao cara amica Ornella, non ho il coraggio di telefonarti e quindi ti scrivo qui anche se non credo tu legga il mio blog. Siamo due sessantenni che si sono conosciute all’età di 3 anni, ricordo ancora il giorno in cui ti vidi, avevamo traslocato da pochi giorni nel quartiere Barzilai di Milano, uno dei nuovi nascenti in quegli anni, palazzi alti 8 piani circondati da terreni incolti e giardini erbosi; per noi bambini era il Paradiso, tu eri sola e soletta nel “sabbione” un grosso recinto pieno di sabbia, di fronte all’asilo. Papà, che mi stava portando a spasso, ti notò subito e venne da te per presentarmi. Fu l’inizio di una lunga amicizia fatta di giochi, litigate, confidenze,primi morosi e lo stadio di San Siro, dove non perdevamo mai una partita del nostro Milan. Poi però la vita ci separò, io traslocai in un altro quartieri mentre tu rimanesti lì, dove ancora oggi abiti con tuo marito. Hai avuto una vita tranquilla, due magnifiche figlie gemelle, unico neo la triste perdita dei genitori , che fa parte purtroppo della vita, ed ora sei nonna ed hai due bellissime nipotine. Perchè dunque ti scrivo qui? perchè non trovo le parole o forse non ho il coraggio di chiamarti o di venire in Barzilai per abbracciarti, dopo che mi hai detto che una delle gemelle, che ha 36 anni, è devastata da quella orrenda malattia che , se ti colpisce in più punti, non ti lascia molto scampo. Come faccio a guardarti negli occhi e vedere il riflesso di quella bellissima ragazza, su una sedia a rotelle , senza più i suoi lunghi capelli e con lo sguardo di chi intuisce che le speranze sono ridotte ad un lumicino? Sai anch’io ho avuto quel male, ma sono stata più fortunata e , almeno sino d ora, sembra sconfitto. Spesso mi domando perchè io si e lei no? Ma esiste veramente chi conduce i fili delle nostre vite oppure siamo soli e dipendiamo dalla fortuna/sfortuna? Nell’ultimo whatsapp che mi hai inviato, con notizie devastanti, mi hai detto che mi avresti chiamata tu quando te la saresti sentita, quindi io non oso farlo anche se mi sento una vigliacchetta. So che hai tante amiche che ti stanno vicine , però vorrei abbracciarti forte forte. Per ora lo faccio con queste poche righe, poi si vedrà. Un abbraccio.

Ross@


personaggi morti nel 2018

Chi ci ha lasciato nel mese di DICEMBRE

Iaia Fiastri, commediografa e paroliera, 84 anni
(15 settembre 1934 – 29 dicembre 2018)
> Amos Oz, scrittore, 79 anni
(4 maggio 1939 – 28 dicembre 2018)
> Carlo Maria Maggi, ex terrorista, 83 anni
(29 dicembre 1934 – 26 dicembre 2018)
Andrea G. Pinketts, scrittore, 57 anni
(12 agosto 1961 – 20 dicembre 2018)
Luigi detto Gigi Radice, allenatore e calciatore, 83 anni
(15 gennaio 1935 – 7 dicembre 2018)
Ennio Fantastichini, attore, 63 anni
(Gallese, 20 febbraio 1955 – Napoli, 1º dicembre 2018)

NOVEMBRE

George H.W. Bush, ex presidente Stati Uniti, 94 anni
(12 giugno 1924 – 30 novembre 2018) 
Sandro Mayer, giornalista, 77 anni
(21 dicembre 1940 – 30 novembre 2018)
> Bernardo Bertolucci, regista, 77 anni
(16 marzo 1941 – 26 novembre 2018)
> Eimuntas Nekrosius, regista teatrale, 65 anni
(21 novembre 1952 – 20 novembre 2018)
Stan Lee, fumettista, 95 anni
(28 dicembre 1922 – 12 novembre 2018)

OTTOBRE

Paul Allen, informatico e co-fondatore di Microsoft, 65 anni
(21 gennaio 1953 – 15 ottobre 2018)
Venantino Venantini, attore, 88 anni
(17 aprile 1930 – 9 ottobre 2018)
Montserrat Caballé, soprano, 85 anni
(12 aprile 1933 – 6 ottobre 2018)
> Charles Aznavour, cantautore, 94 anni
(22 maggio 1924 – 1 ottobre 2018)

SETTEMBRE

Luigi Agnolin, arbitro e dirigente sportivo, 75 anni
(21 marzo 1943 – 29 settembre 2018)
Inge Schönthal Feltrinelli, editrice, 87 anni
(24 novembre 1930 – 20 settembre 2018)
Guido Ceronetti, poeta, 91 anni
(24 agosto 1927 – 13 settembre 2018) 
> Burt Reynolds, attore, 82 anni
(11 febbraio 1936 – 6 settembre 2018) 
Randy Weston, pianista jazz, 92 anni
(6 aprile 1926 – 1 settembre 2018)

AGOSTO

Luigi Luca Cavalli Sforza, genetista, 96 anni
(25 gennaio 1922 – 31 agosto 2018) 
> Neil Simon, drammaturgo e sceneggiatore, 91 anni
(4 luglio 1927 – 26 agosto 2018)
John McCain, senatore statunitense, 81 anni
(29 agosto 1936 – 25 agosto 2018)
Lindsay Kemp, coreografo e mimo, 80 anni
(3 maggio 1938 – 24 agosto 2018)
> Vincino ovvero Vincenzo Gallo, vignettista, 72 anni
(30 maggio 1946 – 21 agosto 2018)
> Kofi Annan, diplomatico ex Segretario Onu, 80 anni
(8 aprile 1938 – 18 agosto 2018)
> Gaetano Gifuni, ex ministro e funzionario, 86 anni
(25 giugno 1932 – 18 agosto 2018)
Claudio Lolli, cantautore, 68 anni
(28 marzo 1950 – 17 agosto 2018)
Aretha Franklin, cantante, 76 anni
(25 marzo 1942 – 16 agosto 2018)
> Rita Borsellino, sorella di Paolo, politica, 73 anni
(2 giugno 1945 – 15 agosto 2018)
Vidiadhar Surajprasad Naipaul, scrittore, 85 anni
(17 agosto 1932 – 11 agosto 2018)
Charlotte Rae, attrice, 92 anni 
(22 aprile 1926 – 5 agosto 2018)
> Joël Robuchon, chef, 73 anni
(7 aprile 1945 – 6 agosto 2018)
Rick Genest, noto come Zombie Boy, modello, 32 anni
(7 agosto 1985 – 1 agosto 2018)

LUGLIO

> Sergio Marchionne, dirigente d’azienda, 66 anni
(17 giugno 1952 – 25 luglio 2018)
Oksana Shachko, co-fondatrice del movimento Femen, 31 anni
(31 gennaio 1987 – 23 luglio 2018)
Franco Mandelli, medico ed ematologo, 87 anni
(12 maggio 1931 – 15 luglio 2018)
Carlo Vanzina, regista e sceneggiatore, 67 anni
(13 marzo 1951 – 8 luglio 2018)

GIUGNO

Irena Szewińska, velocista polacca campionessa olimpica, 72 anni
(24 maggio 1946 – 29 giugno 2018)
> Luciana Riccardi, madre della giornalista Ilaria Alpi, 84 anni
(3 agosto 1933 – 12 giugno 2018)
Gino Santercole, cantautore, 77 anni
(3 novembre 1940 – 8 giugno 2018)
Anthony Bourdain, chef, 61 anni
(25 giugno 1956 – 8 giugno 2018)
Pierre Carniti, sindacalista e politico, 81 anni
(25 settembre 1936 – 5 giugno 2018)
Kate Spade, stilista, stilista, 55 anni
(24 dicembre 1962 – 5 giugno 2018)
Alessandra Appiano, scrittrice e giornalista, 59 anni
(30 maggio 1959 – 3 giugno 2018)

MAGGIO

> Pippo Caruso, compositore e direttore d’orchestra, 82 anni
(22 dicembre 1935 – 28 maggio 2018)
Philip Roth, scrittore, 85 anni
(19 marzo 1933 – 22 maggio 2018) 
Anna Maria Ferrero, attrice, 84 anni
(18 febbraio 1934 – 21 maggio 2018)
Carol Mann, golfista, 77 anni
(3 febbraio 1941 – 20 maggio 2018)
> Robert Indiana, artista e scongrafo, 89 anni
(13 settembre 1928 – 19 maggio 2018)
Salvatore Ligresti, imprenditore, 86 anni
(13 marzo 1932 – 15 maggio 2018)
Tom Wolfe, giornalista e scrittore, 87 anni
(2 marzo 1931 – 14 maggio 2018)
> Margot Kidder, attrice, 69 anni
(17 ottobre 1948 – 13 maggio 2018) 
> Ermanno Olmi, regista, 86 anni
(24 luglio 1931 – 5 maggio 2018)
Paolo Ferrari, attore, 88 anni
(26 febbraio 1929 – 6 maggio 2018
APRILE

Pietro Marzotto, imprenditore, 80 anni
(11 dicembre 1937 – 26 aprile 2018)
Giuseppe Nardini, imprenditore, 90 anni
(04 luglio 1927 – 26 aprile 2018)
Mario Galbusera, imprenditore, 93 anni
(21 giugno 1924 – 23 aprile 2018)
Giovanni Galloni, ex ministro e fondatore Dc, 90 anni
(16 giugno 1927 – 23 aprile 2018)
Nabi Tajima, la donna più anziana al mondo, 117 anni
(4 agosto 1900 – 21 aprile 2018)
Avicii, disc jockey, 28 anni
(8 settembre 1989 – 20 aprile 2018)
> Barbara Bush, moglie e madre di due presidenti Usa, 92 anni
(8 giugno 1925 – 17 aprile 2018)
Ronald Lee Ermey, militare e attore, 74 anni
(24 marzo 1944 – 15 aprile 2018)
Vittorio Taviani, regista, 88 anni
(20 settembre 1929 – 15 aprile 2018) 
Isabella Biagini, attrice e showgirl, 74 anni
(19 dicembre 1943 – 14 aprile 2018)
Milo? Forman, regista, 86 anni
(18 febbraio 1932 – 13 aprile 2018)
Michael Goolaerts, ciclista, 23 anni
(24 luglio 1994 – 8 aprile 2018)
Isao Takahata, animatore e regista, 82 anni
(29 ottobre 1935 – 5 aprile 2018) 
> Winnie Mandela, politica ed ex moglie di Nelson Mandela, 81 anni
(26 settembre 1936 – 2 aprile 2018)

MARZO

Luigi De Filippo, attore teatrale, 87 anni
(10 agosto 1930 – 31 marzo 2018) 
Emiliano Mondonico, calciatore e allenatore, 71 anni
(9 marzo 1947 – 29 marzo 2018) 
Stéphane Audran, attrice, 85 anni
(2 novembre 1932 – 27 marzo 2018)
Fabrizio Frizzi, condotture televisivo, 60 anni
(5 febbraio 1958 – 26 marzo 2018)
> Linda Carol Brown, simbolo dei diritti afromericani, 75 anni
(1943 – 25 marzo 2018)
José Antonio Abreu, musicista ed educatore, 78 anni
(7 maggio 1939 – 24 marzo 2018)
Arnaud Beltrame, poliziotto eroe dell’attentato di Trèbes, 45 anni
(18 aprile 1973 – 24 marzo 2018)
Marielle Franco, attivista brasiliana assassinata, 38 anni
(27 luglio 1979 – 14 marzo 2018) 
Stephen Hawking, astrofisico, 76 anni
(8 gennaio 1942 – 14 marzo 2018) 
Ivano Beggio, imprenditore, ex presidente Aprilia, 73 anni
(31 agosto 1944 – 13 marzo 2018)
Luigi Necco, giornalista sportivo, 83 anni
(8 maggio 1934 – 13 marzo 2018)
Giuseppe Soffiantini, imprenditore sequestrato nel 1997, 83 anni
(6 marzo 1935 – 12 marzo 2018)
Hubert de Givenchy, stilista, 91 anni
(21 febbraio 1927 – 10 marzo 2018)
Oskar Gröning, criminale nazista, 96 anni
(10 giugno 1921 – 9 marzo 2018)
> Davide Astori, calciatore, 31 anni
(7 gennaio 1987 – 4 marzo 2018) 
Gillo Dorfles, critico d’arte, 107 anni
 (12 aprile 1910 – 2 marzo 2018)

FEBBRAIO

Gian Marco Moratti, imprenditore, 81 anni
(29 novembre 1936 – 26 febbraio 2018)
> Sridevi, attrice, 54 anni
(13 agosto 1963 – 24 febbraio 2018)
Folco Quilici, documentarista e scrittore, 87 anni
(9 aprile 1930 – 24 febbraio 2018)
Bibi Ballandi, produttore televisivo, 71 anni
(26 giugno 1946 – 15 febbraio 2018)  
Henrik, principe consorte di Danimarca, 83 anni
(11 giugno 1934 – 13 febbraio 2018)
> Giuseppe Galasso, storico e politico, 88 anni
(19 nomvebre 1929 – 12 febbraio 2018)
> Esmond Bradley Martin, investigatore contro il traffico d’avorio, 76 anni
(17 aprile 1941 – 4 febbraio 2018)

GENNAIO

Azeglio Vicini, ex calciatore e allenatore, 84 anni
(20 marzo 1933 – 31 gennaio 2018) 
Mark Salling, attore, 35 anni
(17 agosto 1982 – 30 gennaio 2018) 
Ingvar Kamprad, fondatore Ikea, 91 anni
(30 marzo 1926 – 28 gennaio 2018)
> Giuseppe Sgarbi, scrittore, farmacista, 97 anni
(15 gennaio 1921 – 23 gennaio 2018)
Ursula K. Le Guin, scrittrice, 88 anni
(21 ottobre 1929 – 22 gennaio 2018)
Oscar Pérez, ex poliziotto venezuelano anti-Maduro, 36 anni
(1981 – 15 gennaio 2018)
> Dolores O’Riordan, cantante, 46 anni
(6 settembre 1971 – 15 gennaio 2018)
Marina Ripa di Meana, stilista e jet-setter, 76 anni
(21 ottobre 1941 – 4 gennaio 2018)
Ferdinando Imposimato, magistrato, 81 anni
(9 aprile 1936 – 2 gennaio 2018)

tag: Simona Santoni

https://www.panorama.it/news/cronaca/morti-celebri-2018





e non dimentichiamo che:

NEL MEDITERRANEO SONO MORTI CIRCA 670 MIGRANTI

LA STELLA DI NATALE

stella-di-natale-cure

La Stella di Natale sta per entrare nelle vostre case: ogni anno sotto le feste, è la pianta di Natale più regalata e che meglio di tutte riesce a creare la giusta atmosfera!
Si possono scegliere le Stelle di Natale con le foglie rosse, rosa o bianche, ma in tutti i casi hanno bisogno di piccole attenzioni per poter restare belle a lungo: quali sono? Scopritelo subito!
Perché si regala proprio a Natale?
I colori della Stella di Natale sono indubbiamente tra i più adatti a questo periodo, Di quanta acqua ha bisogno?
Poca: è una pianta di origine messicana che deve essere annaffiata solo quando il terreno è quasi asciutto. Bisogna inoltre fare davvero attenzione a non lasciare dei ristagni d’acqua che sono per la pianta davvero letali. Inoltre fate attenzione a non bagnarne le foglie!
Esposizione: dove mettere la Stella di Natale?
La Stella di Natale dovrà fare un po’ “il giro” della vostra casa: in base alla stagione cambia infatti il luogo in cui deve essere posizionata! Durante le feste di Natale potete tenerla in casa: scegliete una stanza ben illuminata e cambiate spesso l’aria. Non mettetela però a diretto contatto con la luce del sole: durante l’estate può stare all’aria aperta e in una zona ombreggiata, ritiratela poi con l’arrivo dell’autunno.
Quando rinvasare la stella di Natale?
La Stella di Natale che vi hanno appena regalato non ha probabilmente bisogno di essere rinvasata. Dovrete aspettare che le foglie rosse cadano per pensare a un nuovo vaso per la vostra pianta. Preoccupatevi di rinvasare la Stella di Natale appena prima dell’arrivo dell’estate, verso maggio. Mettete sempre dell’argilla espansa sul fondo per lasciare la terra ben drenata e scegliete un vaso di poco più grande rispetto all’originario, altrimenti si svilupperanno molte foglie e pochi fiori.
Stella di Natale: come farla rifiorire?
Dopo le feste, spesso le Stelle di Natale fanno una brutta fine, ma è un vero peccato! Si tratta infatti di una pianta che riesce a sopravvivere anche in estate. Farla rifiorire non è molto semplice, ma non impossibile: aspettate che cadano le foglie rosse e poi tagliate i rami che sono rifioriti (spunteranno circa a fine febbraio): tagliate via circa una decina di centimetri di ramo. Tenetela quindi all’ombra durante l’estate e a settembre concimate il terreno. Se siete fortunate, i fiori si apriranno sul finire del mese di settembre.
Un ultimo accorgimento per riuscire a far rifiorire la Stella di Natale è metterla al buio! Da settembre a ottobre, dalle 5 di pomeriggio alle 7 di mattina ricordatevi di mettere la Stella di Natale in un luogo completamente buio. Durante il giorno rimettetela nella sua posizione originaria in una zona luminosa: in questo modo avrete più probabilità di aver fiori  bellissimi.
Ciao, Ross@

Immagini: iStockPhoto
http://www.leitv.it/
Credit video: agricoladellago.it